Grote Markt, Anversa

Anversa, alla scoperta della città dei diamanti

 

C’è una città in Belgio dove ogni angolo risplende di sfumature cristalline: è Anversa, la città dei diamanti!

Il marchio cutted in Antwerp, tagliato ad Anversa, è da oltre cinque secoli il simbolo di una tradizione che ha fatto di Anversa una delle più importanti città del mondo nella lavorazione di questa pietra preziosa, la più dura tra tutti i materiali presenti in natura.

Il Diamantkwartier, ovvero il Quartiere dei Diamanti (o Diamondland, com’è spesso conosciuto in inglese) ospita l’impressionante numero di 1.500 aziende specializzate nel taglio dei diamanti e ben quattro borse valori, che sono aumentate progressivamente quando Bruges, l’antica “capitale dei diamanti” dell’allora Lega Anseatica, vide il suo collegamento diretto con il Mare del Nord prosciugarsi, a causa dell’insabbiamento dello Zwin, il fiume navigabile che univa le due destinazioni e permetteva il flusso di navi mercantili.

Gran parte del commercio diamantifero di Anversa, concentrato nel distretto detto AWDC (Antwerp World Diamond Centre) è da sempre associato alle comunità ebraiche ed indiane, che rappresentano ben l’80% dell’intera forza lavoro e dei proprietari di questo luogo dal grandissimo valore, e non solo economico.

Anversa, però, non è soltanto la città dei diamanti, anche se è forse questa la declinazione che maggiormente la rende celebre del mondo. Perla delle Fiandre, la regione di lingua simil-olandese nel nord del Belgio, e distante soli 40 chilometri dalla capitale Bruxelles, Anversa/Antwerpen è un museo a cielo aperto, grazie allo stratificarsi degli stili monumentali, con opere rinascimentali, gotico-brabantine e moderne.

Anversa
Anversa: una città di contrasti, tra antichi monumenti e modernissimi quartieri

La Grote Markt, o Piazza del Mercato, mantiene ancora oggi intatta la sua conformazione triangolare, che nel corso dei secoli ha ospitato i commercianti e gli acquirenti in un quotidiano scambio, una caratteristica tipica del Nord Europa. Nella Grote Markt troneggia la Statua di Brabo, l’eroe che secondo la leggenda liberò la città dal giogo crudele del gigante Antigono, recidendo quella mano che Brabo innalza al cielo a mo’ di trofeo di guerra.

Eleganti e di grande fascino sono il Palazzo del Municipio e la Onze Lieve Vrouw, ovvero la Cattedrale di Anversa, dallo straordinario profilo gotico. Eleganza, ma anche grandissima espressione artistica, è quella che emerge dalla carriera di Peter Paul Rubens, forse il più celebre dei figli di Anversa, al quale è stata innalzata una statua in Groenplaats, mentre le sue spoglie riposano nella Chiesa di San Paolo.

Molte delle sue opere si trovano nel KMSKA, il Museo di belle Arti, imponente costruzione ottocentesca che ospita oltre 1.000 opere di artisti fiamminghi e non solo, avendo nel suo novero anche tele di Antonello da Messina, Simone Martini e Tiziano Vecellio.

Commenti

Fughe di Lusso