Motoscafo Riva

Carlo Riva, la storia del personaggio dietro gli yacht più lussuosi del mondo

 

Pioniere della nautica mondiale, l’ingegnere Carlo Riva ha costruito un marchio fondamentale nella costruzione dei motoscafi di lusso.

L’azienda ha legato il successo agli scafi in legno e negli anni del boom economico il motoscafo firmato Riva era un simbolo. Ora il marchio, dopo il passaggio all’azienda Whittaker, è proprietà del gruppo Ferretti. Tra costruzioni di lusso e lavorazioni innovative, riviviamo la storia più celebre del mondo sailing.

Il cantiere Riva apre nel 1842 a Sarnico, sul Lago d’Iseo. Fondata da Pietro Riva, appena arrivato a Sarnico, l’azienda comincia a strutturare e produrre le prime imbarcazioni con il marchio Riva. Dopo differenti e eterogenee lavorazioni, l’azienda introduce il motore a scoppio, grazie alla direzione di Ernesto Riva, figlio di Pietro, fondamentale rivoluzione dell’azienda. Comincia così la produzione dei battelli per le merci e per i passeggeri.

Dopo la Grande Guerra l’azienda passa a Serafino Riva. L’imprenditore rivoluziona il brand Riva e trasforma la produzione in motonautica, lavorazione innovativa e originale.

Carlo Riva arriva in azienda negli anni Cinquanta, nel periodo del boom economico. I motoscafi del brand Riva diventano un simbolo, voluti e comprati dai maggiori nomi del mondo reale, del cinema e dello sport. Le maggiori barche in legno di Riva, come l’Ariston, il Tritone, il Sebino e il Florida, sono proprio costruite nel periodo della rivoluzione industriale postbellica.

Nel 1956 Riva comincia la collaborazione con l’architetto Giorgio Barilani, così da ampliare lo stile e la classe dell’azienda. L’architetto diventa responsabile della progettazione dal 1970 al 1996, lavorando a diversi e molteplici modelli. Una delle maggiori imbarcazioni, diventata simbolo dell’azienda Riva, è del 1962, l’Aquarama, presentata al Salone Internazionale della Nautica.

Grazie alla vetroresina, la sperimentazione porta alla produzione di due modelli Riva Bahia Mar 20′ e Sport Fisherman 25. Fra gli anni Settanta e gli anni Novanta vengono presentati, poi, il modello St. Tropez e il Superamerica, cabinato venduto per oltre 20 anni sul mercato. Nel 1972 viene presentato il modello Rudy e il modello Super Aquarama Zoom, classificato primo nella categoria runabout e secondo nella più lunga gara motonautica d’alto mare del mondo.

Sarnico, Riva
È da Sarnico, piccolo comune sul Lago d’Iseo, che è partita l’epopea dei Motoscafi Riva, simbolo del made in Italy nel mondo

Il settembre del 1969 segna una svolta fondamentale per la carriera di Carlo Riva. L’imprenditore, a seguito di molte lotte sindacali, decide di vendere l’azienda alla Whittaker, tenendo la carica di Presidente e Direttore Generale. Nel 1971 consegna, poi, le dimissioni dalle cariche.

Dal 1971 la carica di Presidente e Direttore Generale è vestita da Gino Gervasoni, partner di Riva dal 1950, così da mantenere la tradizione del marchio. Gino Gervasoni, marito della sorella di Carlo Riva, lascia l’azienda nel 1989, a un anno dall’acquisto delle azioni della società Riva da parte del gruppo Vickers. Ora l’azienda è proprietà del gruppo Ferretti. Nel 2004 apre a La Spezia una nuova sede dell’azienda, con attrezzature e spazi per la lavorazione di yacht.

La storia del marchio Riva comincia nel cantiere di Sarnico. Il fondamentale del cantiere è l’ufficio di Carlo Riva, la Plancia, progettato dall’ingegnere, collocato al centro della volta del capannone. Tra i modelli fondamentali del marchio Riva uno dei maggiori è l’Aquarama, affascinante e elegante, è il simbolo dei motoscafi dell’azienda. Altro motoscafo fondamentale è l’Ariston, fascinoso e incredibile, e il Tritone, primo bimotore della produzione Riva. Simbolo di moda, il Super Florida, voluto dalle maggiori star del cinema internazionale.

Carlo Riva, pioniere della nautica mondiale, è morto nella casa di Sarnico, nella mattina del 10 aprile 2017 a 95 anni. I Cantieri Riva, il Gruppo Ferretti e l’amministratore delegato, Alberto Galassi, hanno salutato con affetto l’ingegnere, simbolo dei motoscafi di lusso nel mondo. L’ingegnere è stato un maestro di stile e cultura, trasformando l’azienda in un brand fondamentale.

Grazie alla classe raffinata e elegante, dalla tappezzeria di pregio al mogano intagliato, i motoscafi Riva hanno rappresentato, e ancora lo fanno, un simbolo della nautica mondiale. A Carlo Riva è stata dedicata la 57esima edizione del salone nautico internazionale di Genova, in scena dal 21 al 26 settembre 2017. Un saluto ideale per un pioniere che ha portato in alto il nome del design e del lusso made in Italy.

Commenti

Fughe di Lusso