Una delle regioni vitivinicole più conosciute e apprezzate dagli italiani e non solo, la Franciacorta è parte della provincia di Brescia.

La sua splendida posizione, tra le Prealpi lombarde e la Pianura Padana, nonché la vicinanza del Lago d’Iseo, ne ha garantito l’ottima produttività del terreno, regalandole al contempo paesaggi di grande valore.

Visitare la Franciacorta è un’esperienza che può essere tranquillamente consigliata tanto alle famiglie quanto alle coppie romantiche, ma anche (e soprattutto) agli amanti del buon vino, che qui troveranno, soprattutto in ottica spumantistica, una ampia soddisfazione ai loro gusti.

Il Lago d’Iseo, un bicchiere con vista lago 

Lago d'Iseo, Franciacorta

Lago d’Iseo, il “culmine” occidentale della Franciacorta

Uno dei più piccoli tra i “grandi laghi” del Nord Italia, il Lago d’Iseo (altrimenti detto Sebino) rientra nella sua parte bresciana nella Franciacorta, e precisamente tra i territori di Iseo e Paratico, due comuni a vocazione sì agricola, ma anche peschiera.

Il comune di Iseo, splendidamente affacciato su una piccola insenatura del lago, permette a tutti i visitatori di scoprire un angolo di Franciacorta intimo e delicato, dove i vigneti sono sfiorati dalle calme acque lacustri, mentre la vista spazia sul Monte Isola (verso il lago), o sulla piazza principale, dove fa bella mostra di sé l’antica statua dedicata all’Eroe dei Due Mondi, Giuseppe Garibaldi.

I gusti vengono solleticati, a Iseo, non solo dalla presenza dei deliziosi vini della Franciacorta, che grazie all’influenza del lago assumono toni ancor più delicati, ma anche dalla cucina di lago, con il pesce freschissimo, e dalle immancabili presenze del territorio, come la polenta, i casonsei e la trinca al forno (servita anch’essa con la polenta).

Le delicate atmosfere di Palazzolo sull’Oglio

Palazzolo sull'Oglio, Franciacorta

Palazzolo sull’Oglio, la perla della Franciacorta (Foto di Lukidd in licenza CC BY-SA 3.0)

Rientrante (per poco, a onor del vero) nel territorio della Franciacorta, la bella località di Palazzolo sull’Oglio, che prende il nome da uno dei più celebri fiumi lombardi, ci sorprende con un misto tra accoglienza turistica e calma serafica di cittadina di provincia.

Passeggiando per la città, con il fiume Oglio che definisce delle bellissime camminate lungofiume (arricchite dalla presenza di diversi ponti, come il Ponte Romano del IV secolo), possiamo ammirare alcuni monumenti di grande pregio, come la Torre del Popolo (alta ben 91 metri), la Parrocchiale di Santa Maria Assunta e la splendida Vecchia Pieve, nella quale vengono ospitate numerose iniziative culturali e di interesse pubblico.

Anche a Palazzolo dell’Oglio non mancano i sapori tipici della Franciacorta: gli spumanti, ma soprattutto la gastronomia, che si arricchisce di prodotti tipici del fiume e del lago (acciughe, caviale, gamberi), e si basa sui gusti tipici del territorio, come polenta e selvaggina.

Passeggiando tra le terre dei vini

Franciacorta, Brescia

Brescia, il punto di riferimento della Franciacorta e città dall’eleganza tutta da scoprire

Rossi e bianchi, prodotti con uve Chardonnay, Pinot nero e Pinot bianco, i vini e gli spumanti della Franciacorta hanno una certa diffusione geografica, che nella definizione DOCG permette di distinguere tra varie denominazioni a seconda del territorio.

È possibile, in numerose cantine e aziende vitivinicole del territorio, visitare sia le vigne, dove effettivamente il Franciacorta nasce, e sia i processi produttivi, con la possibilità di assaggiare le annate migliori, e di acquistarle dai produttori.

Tra Iseo ed Adro, così come tra Cazzago San Martino e la stessa Brescia, una visita in Franciacorta ci regala emozioni e sapori unici, con tempi e atmosfere che mescolano sapienza antica e tecniche moderne, e che ci permettono di fare una vacanza, o anche solo una gita fuori porta, estremamente piacevole.

Commenti