Nuova Zelanda, alla scoperta della Terra di Mezzo

 

L’Isola del Sud è la più grande delle due isole che compongono la Nuova Zelanda. Nel XIX secolo su alcune mappe l’Isola del Sud era chiamata Middle Island, l’isola di Mezzo. La sua superficie di 151.215 chilometri quadrati la rende la dodicesima isola più grande del mondo.

Caratterizzata da paesaggi incantati e vastissimi, nella parte occidentale l’isola è attraversata dalle Alpi Meridionali, con numerose vette che superano i 3.000 metri e le lingue dei ghiacciai Fox e Franz Joseph che arrivano in prossimità della costa. Qui si trova anche la montagna più alta di tutta la Nuova Zelanda, ovvero il Monte Aoraki (nome Maori del Mount Cook) con i suoi 3.754 metri.

Per visitare quest’isola, è necessario percorrere innumerevoli chilometri in auto. Un’idea di itinerario suggerisce di partire da Wanaka, a solo un’ora di guida da Queenstown, dove si trova il lago Wanaka con i suoi 192 km2. In alcune serate, al tramonto può persino capitare di ascoltare un concerto di un pianista direttamente in riva al lago, in un’atmosfera magica a surreale. Al B&B Peak Sport Chalet, Alex e Christine offrono una calda ospitalità, gli chalet sono dotati di caminetto e di un bellissimo giardino privato con vista montagne.

Nella zona è possibile anche visitare le innumerevoli vinerie della regione Otago, una delle più conosciute per il vino neozelandese, con un focus particolare sul Pinot Noir.

Lasciata Wanaka alle spalle, in un paio di ore di guida si giunge a Tekapo, cittadina adiacente l’omonimo lago di origine glaciale, della grandezza di 87 km2. Si tratta del distretto di Mackenzie, la zona meno popolata dell’intera nazione, con soli 0,5 abitanti per chilometro quadrato.

Sebbene il paesino di Tekapo sia piccolo, molte sono le attrattive del luogo. Imperdibile il Grand Traverse Flight, la gita in aeroplano della durata di meno di un’ora, che permette di osservare da vicino i bellissimi ghiacciai di Fox, Tasman e Franz Josef, il Mount Cook e Tasman, oltre ad avere una visuale dall’alto della vastità’ di questa regione e degli stessi laghi. Air Safaris offre anche il pacchetto completo per fare la proposta di matrimonio direttamente sul ghiacciaio!

Al tramonto fate un salto alla chiesetta di Good Shepherd, diventata popolarissima per le fotografie in notturna della chiesa coronata da un bellissimo cielo stellato. Alloggiate nei romantici appartamenti e suites The Mackenzie, con una delle più esclusive viste del lago. La sera, al caldo del vostro caminetto, potrete osservare la riserva stellata proprio fuori porta!

È proprio qui la più grande Dark Sky Reserve (riserva di cielo scuro) al mondo. L’Aoraki Mackenzie Dark Sky Reserve è uno dei cieli notturni più belli del pianeta, qui di stelle ce ne sono moltissime! Con un cielo limpido e incontaminato, Tekapo è punto d’osservazione eccezionale della Via Lattea.

Per rilassarsi Tekapo offre le Tekapo Springs, una piscina all’aperto con varie vasche di acqua a diverse temperature dove godersi una bella giornata, oppure trascorrere una serata letteralmente sotto le stelle.

Svariate sono anche le opportunità per escursioni a piedi, in bicicletta, oppure a cavallo. Lo stesso Mount John, raggiungibile sia in auto, che a piedi, offre una vista mozzafiato sul lago blu turchese. Per sapere tutto sulle costellazioni, si può partecipare alle serate proposte all’osservatorio di Mount John.

Sempre nel distretto Mackenzie, è cconsigliata almeno una notte al paesino di Mount Cook, da cui si possono effettuare diverse passeggiate immersi nel verde e circondati dalle vette più alte del paese. L’escursione nella valle Hooker porta fino al ghiacciaio omonimo, con una vista sulle Alpi del Sud sullo sfondo. Due ponti che ballano sospesi nel vuoto permettono ai trekkers di attraversare i fiumi formati dalla fusione dei ghiacciai, decisamente da vertigine!

In poco più di 3 ore, sarete nuovamente a Queenstown. Questa piccola cittadina dal sapore Nordico, si trova sul lago Wakatipu, grandissimo con la sua estensione di 291 km2 e la profondità in alcuni punti di 379 metri.

Per avere Queenstown ai tuoi piedi, da non perdere una gita sulla Gondola, per una vista mozzafiato della città, del lago e delle montagne ‘Remarkables’ circostanti. E per i temerari, si può anche effettuare la discesa in Luge.

Per cena, svariate sono le opzioni, a partire dallo storico Eichardt’s Hotel, il popolare Fergburger, l’hamburger più buono del paese, oppure il sofisticato Rata. Per la colazione, Vudu è assolutamente imperdibile e sempre pieno! Per alloggiare, le Scenic Suites sono ideali poiché centralissime e con vista lago. Potrebbe persino capitare di svegliarvi con la vista innevata delle montagne!

Per i più piccoli, lo storico battello a vapore parte dal centro città e permette di raggiungere la fattoria di Walter Peak. Durante l’escursione si assiste alla tosatura delle pecore, oltre a dare da mangiare a cervi, alpaca, pecore, mucche e molti altri animali. Al Queenstown Underwater Observatory, ci si immerge invece in una stanza sott’acqua per osservare da vicino la popolazione di salmoni e trote del lago!

Per una gita fuori porta, da non scordare la piccola Glenorchy. La strada per arrivarci offre un paesaggio stupendo ed è considerata una delle strade più belle di tutta la Nuova Zelanda. Da qui si prosegue lungo la Paradise Road, dove il cielo azzurro incontra distese enormi di campi verdi e gialli e boschi. Questi paesaggi sono divenuti famosi poiché’ vi e’ stato girato il film “Il Signore degli Anelli”.

Altra escursione che merita è quella di Arrowtown: qua, durante la ‘febbre dell’oro’, si stabilirono decine di minatori cinesi. Oggi si possono vedere i resti di quell’epoca e sentirsi in pieno far west, in una delle cittadine più vintage del paese. The Postmasters è una buona opzione per cena!

Ed infine, se il meteo lo permette, in poco meno di un’ora di aereo potrete raggiungere il rinomato fiordo di Milford Sound, in un pacchetto con Glenorchy Air che combina volo e crociera. E’ questa una delle aree più visitate del Parco Nazionale del Fiordland. Fiore all’occhiello del Milford Sound è sicuramente il Mitre Peak, una montagna alta 1692 metri composta in realtà da cinque singole montagne accavallate l’una sull’altra.

E prima ancora di realizzarlo, il vostro itinerario giungerà al suo termine, ma lasciandovi tantissimi ricordi della sua natura, e della sua gente!

Alessandra Alessio

Guarda le foto e i racconti di viaggio su :

Instagram

Paradisi esotici 

 

Commenti

Fughe di Lusso