Longwood, Sant'Elena

Sant’Elena, alla scoperta dell’isola dell’imperatore

 

Pochi luoghi hanno il fascino e la riconoscibilità dell’Isola di Sant’Elena, il luogo dell’esilio finale di Napoleone Bonaparte.

Quello che potrebbe essere considerato, nei fatti, come un viaggio d’avventura è in realtà anche un modo elegante per conoscere un pezzo di storia universale.

Situata nel pieno dell’Oceano Atlantico, a quasi 2.000 chilometri dalle coste dell’Africa, l’Isola di Sant’Elena è considerata uno dei luoghi più isolati al mondo.

Napoleone Bonaparte vi trascorse gli ultimi sei anni della sua vita, dal 1815 al 1821, ma l’isola era già ampiamente conosciuta già dal Cinquecento. Fu visitata da Amerigo Vespucci nel 1502, visitata nel Seicento da olandesi e inglesi, e proprio a questi ultimi appartiene ancora oggi.

Thompson Wood, Sant'Elena
Thompson Wood, una delle zone naturali incontaminate dell’Isola di Sant’Elena

La scelta di esiliarvi Napoleone fu piuttosto pratica: visto l’isolamento dell’Isola di Sant’Elena, sarebbe stata impossibile ogni fuga. Ancora oggi, infatti, raggiungere Saint Helena non è la più facile delle imprese.

Aperto nel 2017, l’Aeroporto di Sant’Elena ha messo fine a un quasi isolamento dell’isola, permettendola di raggiungere con voli settimanali da Johannesburg, in Sudafrica. Per i più nostalgici, si può utilizzare il trasporto navale garantito dalle Royal Ship britanniche, che impiega quindici giorni per coprire il tratto Città del Capo – Tristan da Cunha – Sant’Elena.

I costi del viaggio sulla nave postale britannica, che include comfort paragonabili alle navi da crociera moderne, varia dalle 400 alle 2.000 sterline circa, a seconda della cabina scelta.

Jamestown, Sant'Elena
Jamestown, la capitale dell’Isola di Sant’Elena

Ricchissima in vegetazione tropicale, ma anche fresca grazie alle sue vette vulcaniche, l’Isola di Sant’Elena è una destinazione non convenzionale. Stupisce, in particolare, la sua eleganza tutta britannica, che emerge già visitando la piccolissima capitale Jamestown.

Con i suoi 1.000 abitanti, è una delle più piccole capitali al mondo, e ospita diversi elementi di pregio, come la Scala di Giacobbe, 700 gradini che da Jamestown portano alla guarnigione di Ladder Hill.

Chi visita l’Isola di Sant’Elena non può ovviamente esimersi da conoscere Longwood House, l’abitazione che ospitò il fu imperatore di Francia nel suo lungo esilio. Il luogo, di proprietà del governo francese dal 1858, si presenta nell’elegante stile di campagna inglese, circondata da un ampio giardino rigoglioso.

Commenti

Fughe di Lusso